Stazione Barbagia Express Trenino Verde Desulo Sardegna

stazione ferroviaria desulo tonara stazione ferroviaria desulo tonara

DESULO
Tra i centri montani della Sardegna, Desulo è forse quello più caratteristico. Il paese si trova a pochi chilometri a monte della stazione del Barbagia Express, in una valle che guarda verso le cime del Gennargentu, ed è formato dai tre nuclei urbani storici di Asuai, Ovolaccio e Issiria. Percorrendo gli stretti viottoli delle zone più antiche dei tre centri si possono ammirare le splendide case in scisto, con gli ingressi e le finestre contornati d’azzurro.


centro storico desulo cucudduDesulo ha preservato molte delle sue tradizioni, fatto che lo rende molto amato da chi vive e da chi viene accolto nella sua comunità. In occasione delle feste principali, in paese si possono ammirare i bellissimi abiti tradizionali in orbace rosso, finemente ricamati. Tra le varie occasioni per visitare Desulo, spicca la manifestazione La montagna produce, che si svolge tra fine ottobre e inizio novembre all'interno del circuito di Autunno in Barbagia (e ne costituisce una delle tappe più suggestive).
Desulo vive in uno stretto legame con le montagne e le splendide foreste che lo circondano – dove si incontrano alberi secolari di roverelle, tassi, lecci, noci e ciliegi e splendide fioriture endemiche quali la rosa di montagna. Il principale 'monumento' della sua tradizione pastorale sono le caratteristiche pinnettas, capanne circolari in pietra ricoperte da fasci di legna e cortecce di sughero, in cui spesso ci si imbatte nelle escursioni sui monti del paese. Desulo è infatti un punto di partenza ideale per chi ama il trekking; da quì si può raggiungere Punta Lamarmora, che con i suoi 1.834 metri è la vetta più alta della Sardegna. Un'altra destinazione molto apprezzata è il Toneri de Girgini, una rupe calcarea ad oltre 1.200 metri sul versante sud-occidentale del Gennargentu, ricoperta da un fitto bosco di lecci.
Desulo è il paese natale del poeta Montanaru (Antioco Casula, 1878-1957). Nel rione di Ovolaccio si può visitare la casa del poeta, che comprende la biblioteca-studio e l’archivio con le lettere dello scrittore. L’esposizione si articola in diverse sale dedicate al lavoro di pastori, contadini e artigiani, alla tessitura, alla panificazione e all’abbigliamento tradizionale desulese.

Letto 371 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.